Contribuzione per società di ingegneria, società di professionisti e società tra professionisti

Società di ingegneria e Società di professionisti

Procedura

Riferimenti normativi

  • Il Decreto legislativo n.50/2016, c.d. Nuovo codice appalti, all’articolo 46 continua a prevedere che le società di Ingegneria (società di capitali) e le società di professionisti (società di persone) possono partecipare alle procedure di affidamento dei servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria.
  • Il Regolamento recante definizione dei requisiti che devono possedere gli operatori economici per l’affidamento dei servizi di architettura e ingegneria e individuazione dei criteri per garantire la presenza di giovani professionisti, in forma singola o associata, nei gruppi concorrenti ai bandi relativi a incarichi di progettazione, concorsi di progettazione e di idee, ai sensi dell’articolo 24, commi 2 e 5 del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50.
  • Il D.M. 2/12/2016 n. 263 (Pubblicato nella Gazz. Uff. 13 febbraio 2017, n. 36.).

Ambito di applicazione

L’art. 8 del D.M. 2/12/2016 n. 263, sancisce l’obbligo per le società di ingegneria di applicare, a titolo di contributo integrativo, una maggiorazione del 2% sul Volume di Affari ai fini IVA fatturato per le attività professionali descritte al precedente punto.
La maggiorazione percentuale a titolo di contributo integrativo che deve essere riconosciuta dal committente. Viene applicata indipendentemente dalla natura giuridica, pubblica o privata, del committente e il relativo ammontare, per la quota afferente alle prestazioni professionali effettuate dai dottori agronomi e dottori forestali, dagli attuari, dai chimici e dai geologi.

Decorrenza dell’obbligo

L’obbligo di contribuzione decorre per tutte le fatturazioni che hanno ad oggetto l’attività professionale per l’esercizio della quale sia richiesta l’iscrizione all’albo dei dottori agronomi e dottori forestali, dei chimici e dei geologi.

Comunicazioni all’EPAP

Le società di ingegneria e le società di professionisti devono comunicare all’EPAP il valore totale del volume d’affari ai fini IVA, la quota parte derivante da attività professionale, nonché la quota parte realizzata in regime di collaborazione con altre società di ingegneria o Società di Professionisti o con dottori agronomi e dottori forestali, attuari, chimici e geologi, anche in quanto partecipanti ad associazioni o società di professionisti.
Vi ricordiamo che il contributo integrativo è assoggettato all’IVA e non concorre alla formazione del reddito.

Modalità di versamento

Società di ingegneria e Società di professionisti
I versamenti devono essere eseguiti esclusivamente attraverso bonifico bancario a favore dell’EPAP, utilizzando le seguenti coordinate bancarie: CIN: X ABI: 05696 CAB: 03211 C.C. n° 000069300X46  IBAN: IT58 X 05696 03211 000069300X46 Banca Popolare di Sondrio e la causale di versamento dovrà necessariamente contenere i seguenti dati:

PK PARTITA IVA SOCIETÀ, RAGIONE SOCIALE POX

Scadenze

Scadenza Modalità
Comunicazione dei redditi anni fino al 2005 compreso
31 ottobre 2006 Raccomandata A/R
Comunicazione dei redditi
31 luglio Raccomandata A/R
Versamento contributi anni fino al 2005 compreso
31 luglio 2006 Bonifico bancario
Versamento contributi anni
successivi al 2006

31 luglio anno successivo

Bonifico bancario

In caso di scadenze coincidenti con il sabato o con giorni festivi, i versamenti effettuati il primo giorno lavorativo successivo alla scadenza sono considerati nei termini.

Esenzione

Detta maggiorazione non si applica per fatture o ricevute emesse da un iscritto verso altro iscritto all’Ente, anche in quanto partecipante ad associazioni o società, nel contesto di incarichi professionali finalizzati al conseguimento di un risultato unitario e sempre che il contributo integrativo sia stato, comunque, applicato sull’intero corrispettivo dell’incarico unitario stesso.

Il contributo integrativo è invece dovuto quando gli iscritti all’Epap sono i destinatari finali della prestazione professionale.

Società tra professionisti

Procedura

Riferimenti normativi

  • L’articolo 10 della legge 12 novembre 2011, n. 183, consente la costituzione di società di capitali di persone o cooperative tra professionisti per l’esercizio di attività professionali regolamentate nel sistema ordinistico.
  • L’art. 8 del Regolamento attuativo n.34/2013 impone che le società siano iscritte agli ordini.
  • Il comma 2 dell’articolo 4 dello Statuto dell’Ente
  • Il comma 2 dell’articolo 2 del Regolamento di attuazione delle attività statutarie.

Ambito di applicazione

Da tutto il combinato disposto delle norme di cui sopra e in particolare dal comma 2 dell’articolo 4 dello Statuto dell’Ente letto in combinato disposto con il comma 2 dell’articolo 2 del Regolamento di attuazione delle attività statutarie le società tra professionisti debbono iscriversi all’Epap.

Decorrenza dell’obbligo

Le società tra professionisti e i soci delle StP iscritti agli albi professionali delle categorie dei dottori agronomi e dottori forestali, degli attuari, dei chimici e dei geologi sono iscritti contribuenti dell’EPAP e soggetti al disposto normativo di cui agli articoli 3 e 4 del Regolamento di attuazione delle attività statutarie dell’Ente.

Comunicazioni all’EPAP

Le Società tra professionisti debbono comunicare all’Epap  il reddito netto professionale, da porre a base di calcolo del contributo soggettivo e del contributo di solidarietà dovuti annualmente all’EPAP dal dottore agronomo – dottore forestale, attuario, chimico e geologo socio di una società tra professionisti, determinato sommando all’eventuale reddito professionale prodotto individualmente e/o in associazione professionale, la quota di reddito professionale derivante dalla Società tra professionisti costituita dalla parte del reddito dichiarato dalla società ai fini fiscali ed attribuita al socio in ragione della quota di partecipazione agli utili.

Modalità di versamento

Società tra professionisti
I versamenti devono essere eseguiti esclusivamente attraverso bonifico bancario a favore dell’EPAP, utilizzando le seguenti coordinate bancarie: CIN: X ABI: 05696 CAB: 03211 C.C. n° 000069300X46  IBAN: IT58 X 05696 03211 000069300X46 Banca Popolare di Sondrio e la causale di versamento dovrà necessariamente contenere i seguenti dati:

PK PARTITA IVA SOCIETÀ, RAGIONE SOCIALE POX

Scadenze

Scadenza Modalità
Comunicazione dei redditi anni fino al 2005 compreso
31 ottobre 2006 Raccomandata A/R
Comunicazione dei redditi
31 luglio Raccomandata A/R
Versamento contributi anni fino al 2005 compreso
31 luglio 2006 Bonifico bancario
Versamento contributi anni
successivi al 2006

31 luglio anno successivo

Bonifico bancario

In caso di scadenze coincidenti con il sabato o con giorni festivi, i versamenti effettuati il primo giorno lavorativo successivo alla scadenza sono considerati nei termini.

Esenzione

Il contributo integrativo non è dovuto (vedi art. 4, comma 2, del Regolamento EPAP) per le prestazioni effettuate nei rapporti di collaborazione tra gli iscritti all’EPAP (sia che si tratti di persone fisiche sia che siano persone giuridiche) nel contesto di incarichi professionali finalizzati al conseguimento di un risultato unitario e sempre che il contributo integrativo sia stato, comunque, applicato sull’intero corrispettivo dell’incarico unitario stesso.