Vantaggi per gli iscritti
Economici
Assistenziali
Sanitari

Vai alla pagina

 Giovani professionisti
Riduzione del 70% dei contributi dovuti
Maggiori informazioni


Numero verde Epap
dalle ore 9,00 alle 12,00
dal lunedì al venerdì

 Prossime scadenze
28 febbraio 2017
Regime A - primo acconto 2017
Maggiori informazioni

 Coordinate bancarie
Banca Popolare di Sondrio
Viale Cesare Pavese, 336
00144 Roma
IBAN: IT74Q0569603211
000069000X37
CIN: Q   ABI: 05696
CAB: 03211
C/C: 000069000X37

 Cerca news
 Argomento
 Categoria professionale
 Data pubblicazione (gg/mm/aaaa)
 da a
 Cerca nel titolo
 Cerca nel testo

 
08/09/2015 COMUNICATO DEL PRESIDENTE n.14/2015
RIVALUTAZIONE DEI MONTANTI - IL TAR LAZIO DA RAGIONE A EPAP.

La porta per una giusta rivalutazione dei montanti, più che aperta è spalancata. Il TAR Lazio ha annullato il provvedimento (prot. 9989 del 9/07/2014) con il quale il Ministero del Lavoro ha bocciato la delibera dell’Epap (4/2014 del 26/02/2014) per la maggiore rivalutazione dei montanti.

L’importante risultato assume connotati che non esito a definire “storici” anche per i contenuti, chiari e forti, della sentenza del TAR (11081/15) e che si estendono a tutti gli altri enti di previdenza aderenti all’Adepp; questi ultimi, infatti, abbracciando le tesi della delibera dell’Epap, si sono costituiti ad adiuvandum.

La interpretazione finora accettata secondo la quale la rivalutazione dei montanti è equivalente alla media quinquennale della variazione del PIL nominale (che per il 2014 è negativa, - 0,1927% e che per legge è stata “accordata” allo 0% -Art. 5 comma 1 del DL n.65 2015 convertito dalla legge 105/2015) è crollata anche e soprattutto con la delibera Epap bocciata dal Ministero del Lavoro e reintrodotta dal Tar Lazio.

D’ora in poi la media quinquennale della variazione del PIL deve ritenersi come un valore minimo.

Ora toccherà alla nuova governance di Epap ( nuovo C.d.A. e nuovo C.I.G.) prendere gli opportuni provvedimenti per rivalutare il 2014 secondo il regolamento emendato dalla delibera reintrodotta dal TAR.

Per dare una misura concreta, i montanti che secondo legge nel 2014 sono stati rivalutati 0%, potranno essere rivalutati intorno all’uno per cento (nel 2013 sono stati rivalutati dello 0,1643%).

Si allega il testo della delibera e della sentenza del TAR Lazio.

Ricordo che al TAR ci sono ancora due ricorsi Epap da esaminare:
1) L’aumento del contributo integrativo dal 2 al 4%, anche per gli Enti pubblici, per destinare l’1,75% di aumento ai montanti individuali e lo 0,25% di aumento al “progetto welfare”;
2) L’applicazione “pro quota” degli adeguamenti della tabella di trasformazione dei montanti in assegno previdenziale.

Il Presidente
Arcangelo Pirrello


Allegati:
CIG 4_14.pdf
TAR Lazio 11081_2015.pdf

[torna alla Home Page]

 

 

 Area riservata


 Epap on the road

Incontri con gli iscritti
Vai alla pagina


 Assicurazioni sanitarie

Polizze assicurative gratuite per gli iscritti Epap
Vai alla pagina


 Regolarità contributiva PA

Regolarità contributiva online per Enti o Soggetti Esterni
Vai alla pagina


 EPAPcard

La carta di credito per gli iscritti Epap
Vai alla pagina




 Amministrazione trasparente

D. Lgs. n.33
14/03/2013
Vai alla sezione


 Mappa del sito
Tutto quello che puoi trovare su questo sito

 Link utili

Consigli Nazionali
Enti di Previdenza
Ministeri
Agenzie di stampa
Istituzionali
Vari

 

EPAP Ente di Previdenza ed Assistenza Pluricategoriale degli Attuari, dei Chimici, dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali, dei Geologi
Via Vicenza 7 - 00185 Roma - Tel 06 696451 - Fax 06 6964555 - 06 6964556 - Cod. Fisc. 97149120582
web design: Cliccaquì